Storie di donne, storie di svolte

Le Flying Girls hanno raggiunto traguardi e fatto nuove scoperte, alle Flying Girls volano nel cuore i sogni, le Flying Girls non smettono mai di sognare e di… cambiare. Il mio pezzo sulle Flying Girls a Pisa di 4Running di Febbraio e Marzo

Ci sono gare che si trasformano in svolte.

Svolte perché ne usciamo con convinzioni determinanti, a volte a cambiare, a volte a rimanere noi stessi.

Svolte perché sono come pietre miliari di un cambiamento che andrà costruendosi giorno per giorno.

Svolte perché, pur lasciando immutato il noi, cambiano l’intorno a noi.

Svolte perché ci avvicinano a nuove persone, nuove realtà, nuove emozioni.

Svolte perché ci insegnano che superare i propri limiti in uno sport, raggiungendo i propri obiettivi, a volte è molto di più che tagliare un traguardo sotto un gonfiabile: è rinnovare le proprie promesse con la vita.

Una svolta è questa mezza di Pisa 2017. Il debutto nelle competizioni delle Hoka Flying Girls.

IMG_9313
Flying Girls prima della partenza – Infreddolite

Una svolta per Maria Giovanna e Chiara, che si avvicinano ad un mondo che è a loro sconosciuto, di gente che si spoglia nel gelo del mattino, che attacca pettorali su magliette, che si spalma creme sulle gambe e che ride, nonostante il freddo, nonostante quel po’ di ansia pregara, nonostante tutto.

Una svolta per Anita che, per la prima volta, si trova a sfidare una se stessa rinnovata. Anita ha trovato il “suo spazio umano” nella corsa e in questi 21 chilometri la nuova donna che ha costruito deve uscire dal suo initimo e mettersi alla prova.

25542604_1805912849701578_6435732924445984924_o
Anita, il suo spazio umano e il suo splendido sorriso

Una svolta per Roberta che ha fatto del fitness la sua vita, ma che si è sempre ritratta davanti alla corsa, al suo piede dopo l’altro, alle sue regole di solitudine e determinazione.

25487352_10215378685243229_2897263488531861360_o
Roberta e la determinazione di

Una svolta per Anna che è qui per correre, solo correre, ancora correre e spegnere, tutto il resto. Anna che nella corsa ha trovato un nuovo equilibrio, Anna che nel mettere le scarpette determina le sue scelte, la sua strada, il suo mondo. Scaccia paure e insicurezze e scava solchi che solo lei vede in un futuro che si illumina dei suoi passi.

Una svolta per Lucia, che dopo un lungo e fastidioso stop, indossa nuovamente le sue Hoka e il suo magnifico sorriso e illumina, per 21 km, tutti quelli che la vedono correre là davanti, col palloncino, a fare la pacer.

25438851_10215671871419948_3771449105144691727_o
Anna e la corsa come compagna di vita. Lucia e il ritorno alle competizioni

Una svolta per Maria Luisa che è qui, con i suoi bimbi e suo marito, per fare la sua mezza velocissima, volando tra i concorrenti.

Una svolta soprattutto per Patrizia che debutta sulla distanza regina, e per Carmela, che salda in quel legame di amicizia che compie mille imprese e non si perde mai, l’accompagna per i 42 chilometri della sua vittoria.

E Patrizia ci emoziona tutte, anche noi veterane, perché il suo arrivo sul traguardo è accompagnato più da lacrime che da sorrisi. Ma Patrizia lo sa che quelle lacrime valgono più di mille parole, sono più forti di qualunque discorso motivazionale.

25498081_1783021968436916_6468723333004379484_n
Patrizia e il debutto in maratona. Carmela il suo angelo custode, veterana e amica di sempre

E poi c’è la mia di svolta, che corro con la febbre e in un vago stato di ebrezza e confusione. Ricordo poco se non lo sforzo, la sofferenza e l’aiuto, di un altro partecipante che si è messo davanti a me, a rompermi il vento, a darmi il passo, a prendermi il tè che con mani tremanti non riuscivo ad afferrare, a portarmi fino a quel traguardo in una piazza che mai come oggi mi sembra fatta per i miracoli.

1_CatePisa_HD
Me, me stessa, medesima…Febbricitante…

E’ una svolta di fatica la mia, ma anche di consapevolezza, di certezze che il mondo dello sport, questo sport, non è fatto solo di competizione e di persone che lottano per il personale, ma anche di chi, nella corsa, trova una nuova dimensione sociale ed emotiva.

12_CatePisa_HD
Arrivo in Piazza dei Miracoli, mai sentita più miracolata di così…

Tuttavia la svolta più grande, quella che davvero ha segnato le vite di noi Flying Girls in questo dicembre 2017, in questa mezza maratona di Pisa assolata e gelida, è solo una: ed è la certezza che esiste un Noi, con la maiuscola, e quel noi è un gruppo.

Un gruppo di donne che si vogliono bene, che piangono le une per le altre, che si conoscono ogni giorno un pezzettino di più, che si aiutano e si supportano.

Un gruppo di donne che corrono.

Un gruppo di donne che volano.

Il gruppo di donne che volano nelle gare come nella vita.

Noi… le Flying Girls!

IMG_9349
Un gruppo di donne, un gruppo di amiche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...