6 settimane di passione

Oggi, esattamente 6 settimane fa, era il giorno della mia operazione.

img_2026

Il giorno dopo l’operazione

6 settimane di dolore, fisico e mentale, di momenti di speranza e altri di depressione, di desiderio di tornare a fare tutto e di sensazione di sentirsi bloccati in questo corpo.

6 settimane di mal di schiena e notti insonni, qualche pianto e un po’ di rabbia. Ma anche 6 settimane in cui mi sono sentita fortunata, perché in fondo è solo una spalla operata, perché devo aver pazienza ma tornerò a fare quello che amo, perché non c’è nulla di irrimediabile, perché ho persone intorno con situazioni più difficili della mia che reagiscono con forza e determinazione e per rispetto, nei loro confronti, ma anche del mio affetto per loro, non posso e non devo farmi sopraffare.

Fermarsi mai!

E allora non mi sono fermata in queste 6 settimane, ho lavorato al telefono, non potendo scrivere, anche quando l’effetto degli antidolorifici si affievoliva, e ho camminato appena ho potuto, sono salita sulla bici da spinning e non ho smesso di viaggiare: ho seguito Simone, mio marito, a Rimini per la maratona (che avrei dovuto correre anche io) e a Ischia per la Gran Fondo dell’isola (100 km), mi sono persino fatta un tatuaggio (il primo) e infine ho fatto tanta fisioterapia.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Moltissima in acqua facendo movimenti dolci con il peso corporeo ridotto e mobilitando piano piano la mia spalla dolorante.

 

Ancora non guido e ci sono movimenti che mi provocano un dolore lancinante che mi prende il braccio (ieri sera banalmente lavandomi il viso) e che mi sale su al cervello, ma ogni giorno è un passo verso la guarigione.

 

Quando manca ciò che non mancava

Oggi che la stagione di triathlon sta entrando nel vivo e vedo gare ovunque, la frustrazione cresce, giorno dopo giorno. So che devo essere paziente, ma guardare la mia bici ferma fa un po’ più male ogni giorno.

Paradossalmente mi manca tantissimo nuotare, l’allenamento che generalmente mi pesa di più perché mi annoia e ovviamente l’attività che potrò riprendere più tardi di tutte le altre.

Baby step e obiettivi nel mirino

Questa sera torno a fare spinning, senza alzarmi sui pedali e con molta calma, ma riprendo ad allenarmi! Yeah!

Giovedì visita di controllo dal dottore e poi vediamo i prossimi step.

E dalla prossima settimana si parte con il progetto di riabilitazione e preparazione con Compex! Avrò a disposizione sia un osteopata che un allenatore e naturalmente il super SP 8.0.

Obiettivo 2019 nel mirino. Io non mollo!

b4d976e5-f305-47c5-9054-647aa1fcf902-2

La mia maglia dice tutto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...